RICERCA

SCADENZE

LA TASI A ROMA
Leggi tutto >>>
24 gennaio 2014: data infernale :-(
Leggi tutto >>>
POS OBBLIGATORIO
Leggi tutto >>>

COMUNICAZIONE POLIVALENTE

modL’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito il “nuovo” nato: il modello di comunicazione polivalente, che riunisce al suo interno ben 5 comunicazioni diverse:

1.Comunicazione art. 21 D.L. n.78/10 (“Spesometro”)
2.Comunicazione art.3 c.2-bis D.L. n.16/12 (acquisti in denaro contante oltre una determinata soglia effettuati da turisti  cittadini extra UE presso commercianti al minuto e agenzie di viaggio)
3.Comunicazione operatori leasing e noleggi di locazione e/o di noleggio di autovetture, caravan, altri veicoli, unità da diporto e aeromobili
4.Comunicazione art. 16 lett. c) D.M. 24.12.1993 (operazioni di acquisto senza iva effettuate da operatori economici sammarinesi)
5.Comunicazione operazioni black list

La prima scadenza di presentazione di questo modello, per comunicare i dati 2012, è il 12 novembre 2013 per i contribuenti IVA mensile, il 21 novembre 2013 per gli altri soggetti. Dal prossimo anno le scadenze a regime saranno: 10 aprile (IVA mensile) e 20 aprile (altri soggetti).
Soffermiamoci sulla parte dello “spesometro”.
Vanno comunicate le operazioni per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura, per ciascun cliente e fornitore, indipendentemente dall’importo. Solo per quelle, per cui non sussiste l’obbligo di emissione della fattura, invece, la comunicazione è dovuta per operazioni di importo non inferiore a 3.600 euro, Iva compresa. Solo per gli anni 2012 e 2013, è consentita la comunicazione delle operazioni attive per le quali viene emessa fattura di importo unitario pari o superiore a 3.600 euro al lordo dell’Iva.
I soggetti esclusi da questo adempimento sono: i contribuenti minimi, gli organismi di diritto pubblico (Stato, Regione, Comuni, ecc.) ed i produttori agricoli marginali (solo per il 2012).

Semplificazione introdotta,  è la possibilità di inviare i dati, anziché analiticamente, in forma aggregata, raggruppando i valori delle operazioni effettuate con la stessa controparte, distinguendole le attive da quelle passive.

Nel quadro FA operazioni documentate da fatture esposte in forma aggregata, andranno indicati i seguenti dati: partita IVA e codice fiscale, totale operazioni imponibili, totale imposta, operazioni con IVA non esposta e totale note di variazione, si per le operazioni attive (clienti), che per quelle passive (fornitori).