RICERCA

SCADENZE

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE
Leggi tutto >>>
SLITTA LO SPESOMETRO DEL 2° SEMESTRE 2017
Leggi tutto >>>
SCHEDA CARBURANTE: SI CAMBIA
Leggi tutto >>>

Archivi per la categoria ‘Notizie’

SPESOMETRO 2017 NUOVA SCADENZA

mercoledì, 14 febbraio 2018

AdEL’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n.29190 del 5/2/2018, ha previsto le semplificazioni che erano riportate nel decreto collegato alla Finanziaria 2018. La nuova scadenza, prevista per la trasmissione dello “spesometro” secondo semestre 2017, è il 6 aprile 2018.
Lo “spesometro”è la comunicazione con la quale, i soggetti IVA (non tutti e poi vedremo gli esonerati), sono tenuti a comunicare in via telematica, i dati delle fatture emesse e ricevute, delle bollette doganali e delle note di variazione. Sono esonerati dall’adempimento i produttori agricoli situati nelle “zone montane” e i contribuenti “minimi” e “forfettari”. La comunicazione deve essere redatta, secondo il principio di competenza, cioè in base alla data di emissione  per le fatture attive e alla data di registrazione, per quelle ricevute. Gli elementi da comunicare sono: dati identificativi dei soggetti, la data ed il numero di fattura, la base imponibile, l’aliquota applicata, l’imposta e la tipologia di operazione. Dopo la semplificazione (D.l. 148/2017), è possibile indicare solo la partita IVA/codice fiscale omettendo il nome, cognome o denominazione, oltre all’indirizzo.
Il 6 aprile è anche la data nella quale si potrà procedere a rettificare, la comunicazione del 1° semestre 2017, senza incorrere in sanzioni.



PRESTAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE E LEGGE DI BILANCIO

martedì, 6 febbraio 2018

sportLa Legge di bilancio 2018, ha portato delle modifiche alle prestazioni nei confronti di sodalizi dilettantistici non lucrativi, per gli sportivi e per i collaboratori amministrativi.
Premesso che gli emolumenti erogati dalle associazioni e dalle società sportive dilettantistiche sono  “redditi diversi”e che il CONI deve verificare che sussistano i requisiti per riconoscere il sodalizio come “sport dilettantistico”; le mansioni dei lavoratori, sia essi sportivi o solo collaboratori amministrativo-gestionali, non devono rientrare in un’attività subordinata o autonoma, ma la loro attività, deve essere necessaria all’attività sportiva.
Con la Legge di bilancio 2018, il CONI è investito in via esclusiva, a definire quali sono le prestazioni oggetto per i contatti di collaborazione coordinata e continuativa:
Comma 358. Le prestazioni di cui all’articolo 2, comma 2, lettera d), del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, individuate dal CONI ai sensi dell’articolo 5, comma 2, lettera a), del decreto legislativo 23 luglio 1999, n. 242, costituiscono oggetto di contratti di collaborazione coordinata e continuativa.

Per le attività non lucrative, cambiano le soglie di non imponibilità, come segue:

  • fino a 10.000 euro (prima erano 7.500) reddito non imponibile
  • tra i 10.000 e i 30.658,28 euro aliquota IRPEF 23% e addizionali a titolo di imposta
  • oltre i 30.658,28 euro aliquota IRPEF 23% e addizionali a titolo di acconto

Per le attività svolte con società sportive dilettantistiche lucrative, riconosciute dal CONI, i contratti sono da considerarsi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Entra quindi l’obbligo di iscrizione all’INPS, ai fini pensionistici, nei primi cinque anni la contribuzione sarà richiesta al 50%.



VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE

lunedì, 29 gennaio 2018

Sviluppo Economico Il “voucher” per la digitalizzazione è una misura incentiva, prevista dal decreto interministeriale 23/09/14, per le micro, piccole e medie imprese che consiste in un contributo, , di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico, tramite concessione di un “voucher”. Tale incentivo può essere utilizzato per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le domande possono essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese. Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata. Qualora le richieste, siano superiori ai 100 milioni, messi a disposizione dal Ministero, i fondi verranno distribuiti proporzionalmente, senza alcuna priorità.

Le domande devono essere presentate solo con procedura informatica, collegandosi al sito www.sviluppoeconomico.gov.it sullo stesso sito sono disponibili le domande frequenti FAQ. Il “voucher” è rivolto esclusivamente a soggetti iscritti al Registro delle Imprese, quindi non interessa i professionisti.



SLITTA LO SPESOMETRO DEL 2° SEMESTRE 2017

giovedì, 25 gennaio 2018

L’Agenzia delle Entrate, ha pubblicato sul sito, un comunicato stampa, per informare dello slittamento della scadenza prevista per il 28 febbraio 2018.

003_Com.st.+Bozza+provvedimento+dati+fattura.19.01.18-001 (1)

tratto dal sito www.agenziaentrate.gov.it



SCHEDA CARBURANTE: SI CAMBIA

martedì, 23 gennaio 2018

Schede carburanteLa legge di bilancio 2018, ha modificato la disciplina che regola gli acquisti dei carburanti, per i soggetti IVA. Dal 1° luglio 2018 le vecchie schede carburanti, vanno in archivio, e per tutti gli acquisti di lubrificanti e carburanti, i soggetti con partita IVA, dovranno farsi rilasciare la fattura elettronica. Inoltre, per usufruire della detrazione fiscale, secondo le attuali normative, il pagamento non potrà più essere effettuato in contanti, ma con moneta elettronica: carte di credito o debito, oppure prepagate. Un cambiamento epocale, al quale dovranno adeguarsi sia i consumatori, ma anche i gestori, ai quali viene riconosciuto un credito d’imposta pari al 50%, delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con il sistema di pagamento elettronico.



FINANZIARIA 2018 (Legge 27.12.2017, n. 205)

martedì, 16 gennaio 2018

Gazzetta UfficialeDal 1° gennaio 2018 sono entrate in vigore una serie di novità fiscali, previste dalla Legge di bilancio 2018.

ALIQUOTE IVA

L’aliquota IVA ridotta, attualmente al 10%, è previsto che subirà un aumento all’11,50% dal 2019 ed al 13% dal 2020.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Viene prorogata la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica, generali, nella misura del 65% per le spese sostenute fino al 31/12/2018. Tale proroga riguarda anche gli interventi per “schermature solari” e “impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse combustibili” con detrazione ridotta al 50%. La “proroga” non riguarda la riqualificazione energetica su parti comuni di edifici condominiali, in quanto già prorogate fino al 2021.

BONUS MOBILI E ELETTRODOMESTICI

È confermato che a seguito della modifica della lett. a) del comma 718 dell’art. 1, Finanziaria 2015,
l’aumento dell’aliquota IVA ridotta del 10% è “rivisto” prevedendo che la stessa passerà all’11,50%
dal 2019 e al 13% dal 2020.
Con la modifica della lett. b) del citato comma 718, anche l’aumento dell’aliquota IVA del 22% è rivisto
prevedendo che la stessa passerà al 24,2% dal 2019, al 24,9% dal 2020 e al 25% dal 2021.
L’intervento legislativo “completa” quanto contenuto nell’ambito del DL n. 148/2017, c.d. “Decreto
collegato alla Finanziaria 2018”, e pertanto nel 2018 “non ci saranno aumenti delle aliquote dell’IVA”.

Viene prorogata al 31/12/2018 la detrazione del 50% ai fini IRPEF, per i soggetti che sostengono spese per l’acquisto di mobili/grandi elettrodomestici (categoria A+) per arredare immobili oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio, che già fruiscono della relativa detrazione.

BONUS VERDE

Dal 2018, viene introdotta una nuova detrazione IRPEF su una spesa massima di Euro 5.000 del 36%, per ciascuna unità immobiliare ad uso abitativo, nella quale vengono fatti lavori per “sistemazione a verde” di aree private scoperte,  pertinenze, impianti di irrigazione o per la realizzazione di giardini pensili e coperture a verde. Ne potranno usufruire i proprietari o i detentori dell’immobile, i pagamenti dovranno essere effettuati con tracciabilità (bonifici “parlanti”) e la detrazione sarà usufruibile in 10 anni.

CEDOLARE SECCA CANONE CONCORDATO

L’aliquota ridotta al 10%, per la cedolare secca su locazioni con canone concordato, inizialmente prevista fino al 31/12/2017, viene prorogata fino al 2019.